L’ARTE, CULTURA e DIVERTIMENTI

Istanbul è, per eccellenza, un centro internazionale di arte e cultura. Il Festival Internazionale del Cinema di Istanbul ha luogo ogni anno nei mesi di marzo e aprile, proponendo nei cinema del distretto storico il meglio del panorama cinematografico mondiale. Il Festival Internazionale di Arte e Cultura si tiene invece nei mesi di giugno e luglio e vi partecipano artisti provenienti da tutto il mondo.

Istanbul è anche ricca di programmi di divertimento. I night-clubs offrono vari intrattenimenti durante la cena, da una selezione di canzoni turche alla famosa danza del ventre. Numerose sono le discoteche, i teatri, i cabarets e jazz-clubs nel distretto Taksim-Harbiye. Fra le molte occasioni di svago che la città offre vanno annoverati i numerosi ed eleganti “casino”.

La Cerimonia dei Dervisci Rotanti è nata dall’ispirazione di Mevlana, poeta, filosofo mistico e musicista del XIII. sec. e costituisce una parte della tradizione, della cultura turca. Ecco in sintesi il pensiero che ha determinato questa cerimonia.

Il derviscio, con un alto cappello di feltro (simbolizza la pietra tombale del suo ego), col suo vestito bianco (simbolizza il lenzuolo mortuario del suo ego), si toglie il mantello nero e “nasce” spiritualmente alla verità. Comincia a girare, con le bracia incrociate, poi la stende, la mano destra aperta verso il cielo pronto a ricevere i doni divini, la mano sinistra girata verso il suolo, per distribuire al popolo ciò che ha ricevuto da Dio. Cosi, girando da destra a sinistra, intorno al cuore, egli stringe la creazione e tutte le nazioni del mondo con amore.

Per molti anni il Çiçek Pasajı (passaggio dei fiori), nel quartiere di Beyoglu, fu un luogo d’incontro, in particolare per gustare le specialità gastronomiche, soprattuto quelle a base di pesce accompagnate da un “rakı” o da un buon vino turco.

Nell’ambiente vivo del quartiere di Ortaköy vi sono numerosi luoghi di divertimento. Ortaköy, sulla riva del Bosforo, è popolata da eccellenti ristoranti, pubs e bar dove si può ascoltare musica jazz. Un quartiere frequentato specialmente dai giovani, studenti e turisti.

La Moschea di Ortaköy che fu fatta costruire dal Sultano Abdulmecit nel 1855, si trova sulla rivadel Bosforo, mentre i sultani vivevano nel Palazzo di Beylerbeyi, venivano spesso in questa mosche per pregare con i caicchi imperiali.

Nello scalo Eminönü, troviamo imbarcazioni del periodo ottomano con pescatori vestiti secondo l’uso del tempo, offrono al viaggiatore del delizioso pesce alla griglia.

Una visita ad un Bagno Turco (hamam) è una parte essenziale di qualsiasi viaggio a Istanbul e non crediamo sia opportuno per voi lasciare Istanbul senza l’esperienza di un bagno turco. Gli hamam della città differiscono enormamente gli uni dagli altri ed è meglio fare attenzione nella scelta, in quanto possono variare anche per l’igiene e per la pulizia. Nei bagni turchi ci sono diverse sezioni per ciascun sesso

COMMENTI RECENTI

Se siete interessati a fare una visita guidata con noi o per ulteriori informazioni, vi preghiamo di contattarci via mail o di lasciare un commento qui sotto.

Per avere una guida italiana a Istanbul potete contattarci 7/24 anche via WhatsApp: 00. 90. 533 550 32 06 
Email: info@scopristanbul.com

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Menu